Buoni propositi e… azioni concrete

Nel mio post del 22 dicembre, quello in cui vi salutavo prima delle ferie natalizie, avevo scritto:

Per il prossimo anno annuncio già che ci saranno alcuni cambiamenti nella scaletta dei questo blog. Le pubblicazioni giornaliere, organizzate per settimane, iniziano a starmi un po’ strette e vorrei tornare a poter pubblicare ciò che voglio, quando voglio, in piena libertà, soprattutto perché – e qui vi svelo un segreto – vorrei concentrarmi più sulla stesura di un romanzo in collaborazione con la cara amica e brava autrice Laura Bassutti, su cui sto lavorando già da un po’ in modo un troppo discontinuo.

Il 2016 sarà un anno in cui cercherò di concentrarmi su alcuni progetti principali, evitando di disperdere energie e creatività in modo concitato e – haimé – abbastanza inutile.

Ecco i miei buoni propositi… che spero non rimarranno tali.

 

In questo fine gennaio, primo mese del nuovo anno, sono a mettere in pratica i necessari cambiamenti per realizzare i miei propositi.

 

La determinazione maggiore è nel ritrovare spazio e tempo per la scrittura, che è quella che mi fa stare bene. Scrittura intesa come creazione di storie, storie che è da tempo che mi frullano in testa e che ora stanno chiamando me a gran voce. Devo immergermi in questo complesso processo creativo, sento che è la mia priorità adesso.

 

Il lavoro degli anni passati sta dando i suoi frutti.

Alcuni dei miei mondi immaginari si sono trasformati in storie di carta reali, libri che potete tenere tra le vostre mani per immergervene. Parlo di Cristina e della sua storia in terra d’Inghilterra e anche dei due progetti importanti – quello per Emergency e quello contro la violenza sulle donne – che hanno visto la luce da poco tempo e che ora vanno accompagnati affinché crescano e raggiungano gli obiettivi solidali che ci siamo dati. Occorre il mio impegno anche in questo senso: l’amicizia tra Angy e Tommy deve poter far sognare tanti bimbi e la dura storia di Selina, che mi ha costretta a calarmi in un orrore che conoscevo solo in parte, deve arrivare nel cuore di tanti; perché è stato doloroso scriverla e vorrei che davvero la sua sofferenza trovasse voce.

Altre storie, quella dei cinque ragazzini intraprendenti e quella speciale di Miriam e Yair (sì, proprio Miriam e Yair come i protagonisti del romanzo di Grossman, autore a cui ho voluto fare il mio personale omaggio) sono a pochi passi dal raggiungere corpo e realtà e spero che presto possiate leggerle, trasformate in libri di carta e emozioni.

Ma ora c’è anche la necessità di dar vita ad altro…

Ci sono due donne: Erica e Elisa, fragile la prima e tenace la seconda, che stanno intessendo i loro destini attraverso la penna mia e di  Laura Bassutti. Il lavoro di scrittura procede in modo più spedito adesso, i dubbi sono superati, la trama e le situazioni si incastrano e le dita sulla tastiera volano…

Poi c’è un nuovo mondo fantasy, che ha aperto le sue porte alla mia Memeh. E ora la sua storia, troppo stretta per le pagine iniziali della prima stesura, avrà più ampio respiro e nuovi intrecci grazie all’apporto di una coautrice eccezionale che, grazie ai suoi personaggi avvincenti e di spessore, darà vita a ulteriori implicazioni. Così parte anche questa avventura e spero che presto la mia principessa guerriera, dal grande coraggio indomita e forte, avrà modo di farsi strada nel vostro cuore, così come si è impossessata  indubbiamente del mio. Mantengo volutamente la suspance e vi darò maggiori dettagli prossimamente, col progredire della storia e della scrittura.

Infine c’è lei, Coleen.

Dolce e paziente fino a quando… non ha deciso che la sua attesa di anni doveva essere conclusa! La sua voce e i suoi rimproveri tuonano imperiosi nella mia testa. So che l’ho trascurata e che è stanca di rimanere lì dove l’ho lasciata tanto tempo fa. E’ arrivato il momento di concludere la sua storia…

 

Perciò rallento le pubblicazioni di questo blog e degli altri collegati.

Prima di andarmene ho sistemato un po’ di cose (alcuni contenuti dei vari blog e migliorie nella veste grafica) e ho fatto pulizia, chiarezza, per non lasciare cose in sospeso né troppo casino per quando tornerò e… spero di ritrovarvi quando tornerò! 😀

 

Scusate il post un po’ lungo ma sentivo di dover dare delle spiegazioni, perché se è pur vero che il web è una realtà virtuale, io in questa virtualità ho trovato persone vere  – followers, amici e colleghe – con cui ho creato relazioni di affetto e di stima. Quindi sparire così non mi sembrava né giusto né corretto.

Ovviamente ogni tanto farò capolino nella rete con qualche mio post, ma è necessario rallentare il ritmo. Pertanto i miei blog da questo momento in poi sono temporaneamente sospesi  per dare spazio tempo e modo di dedicarmi a ciò che amo più fare: SCRIVERE.

Un abbraccio a tutti, vi lovvo e a presto!

Loriana

 

Annunci

4 thoughts on “Buoni propositi e… azioni concrete

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...