[i miei scritti] – L’arcobaleno dell’amicizia

14217685302054_tnUn’amicizia insolita, tra un bruco e una coccinella, illustrerà ai piccoli lettori i veri valori del voler bene, dell’accettazione dell’altro, dell’accoglienza, dell’ascolto fino a… uno spettacolare arcobaleno multicolori!

– Fiaba per bambini inserite nell’antologia “Sorrisi da favola” –

 

Tra i fili d’erba e il blu del cielo, in una mattina calda di primavera, la piccola coccinella Myra aveva perso la strada per tornare nella sua casa-fiore.

La coccinella si era alzata presto ed era partita volando oltre i fiori rossi, sicura di trovare le altre amiche di scuola. Arrivata lì però non aveva trovato nessuna di loro e allora, anziché tornare indietro dalla mamma, aveva esplorato un cespuglio verde chiaro con i piccoli boccioli arancioni e poi… si era spinta in esplorazione della vegetazione attorno. Passo dopo passo aveva perso la strada di casa, fino a non sapere più come tornare. La mamma sarebbe stata molto preoccupata per lei!

Myra sedeva su un piccolo sassolino e singhiozzava forte. Era spaventata e sola. Cosa avrebbe fatto adesso? Come poteva ritornare a casa?

Aveva provato ad alzarsi in volo per vedere il paesaggio, ma non era stata in grado di ritrovare la strada di casa, perché nulla di ciò che vedeva le era familiare. Così era stata presa dal pianto e dalla paura.

Scu…scusami… posso aiutarti? Perché piangi?” le chiese una voce, dietro alle sue spalle, che la fece sobbalzare e quasi cadere dal sassolino su cui era seduta.

La coccinella si voltò e di fronte a sé trovò un cucciolo di bruco dai grandi occhi azzurri e il sorriso simpatico. Il bruco le porgeva, con una delle sue zampette, una gustosa fogliolina fresca in segno di amicizia. Myra guardò il suo interlocutore e lo considerò simpatico. Si asciugò le lacrime e, assaporando un pezzetto di quella prelibatezza, allungò la manina per presentarsi.

Ciao mi chiamo Myra e vengo dal cespuglio dei fiori rossi. Questa mattina mi sono persa e non so come tornare a casa” spiegò, ancora con la voce tremante di pianto.

Il bruco l’abbracciò con calore e le regalò un grande sorriso.

Ciao Myra, io sono Boom. Voglio aiutarti e quindi non ti preoccupare, ritroveremo insieme la strada di casa” gli promise sicuro, quindi annusò a fondo l’odore della coccinella e infine, stendendosi a terra iniziò ad ascoltare con attenzione i profumi che il vento portava. Boom chiuse gli occhi e concentrandosi a fondo riuscì a percepire, tra i tanti aromi nell’aria, quello aromatico e pungente dei fiori rossi.

Di qua!” annunciò orgoglioso “seguimi, ti porterò alla tua casa”.  (continua a leggere)

Annunci

Un pensiero su “[i miei scritti] – L’arcobaleno dell’amicizia

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...