[racconti brevi] – ANCORA

ancora copANCORA

Loriana Lucciarini

Dedicata a Badiali, Giody e Daniela mia cugina

E’ un lampo, un brivido gelido che mi fulmina. Lo sento scivolare lungo la schiena per ghiacciarmi gli occhi, l’anima e l’esistenza. Chissà a quante altre persone sarà capitato e come avranno reagito. Io ho soltanto un sacco di confusione, come una fitta nebbia che mi impedisce di guardarmi a fondo. L’esito di quell’esame – una sentenza, un conto alla rovescia, un capovolgimento delle priorità di tutta una vita – ancora rimbalza nella testa, come se lo facesse di proposito ad ingigantire la sua eco dentro di me.

S’è spezzato quel filo invisibile che mi teneva aggrappato alla vita con grinta e speranza. Ora ho soltanto frammenti di me che pungono il cuore di nostalgia, di voglia di vivermi, di avere ancora carte da giocare fra le mani. Come posso raccoglier ciò che è rimasto? Non posso.

Ma è quando ho lasciato aprire le mani per mollare la presa, stanco di dare un senso ad ogni cosa, che ho capito di aver già iniziato a morire perché vivere da sconfitto i giorni che mi restano equivale già ad andarsene. Non posso permettere a questa malattia di sconfiggermi già da vivo. Quindi non sprecherò nessun momento da ora in poi e vivrò la mia vita fino in fondo. Lottando, afferrando nuovamente ogni istante di me, stringendolo forte per farlo penetrare nella mia anima, perché non vada perduto, perché sia me.

Infatti, anche se l’esito è certo – la mia è una malattia, cancro alle ossa, non lascia scampo – il modo in cui compio questo viaggio per arrivare alla fine dipende esclusivamente da me. Di fronte a un esito già scritto, scopro una nuova rinnovata fede, una forza che non avrei mai pensato di trovare. Una risorsa. E quella risorsa sono io.

Voglio che la mia esistenza sia un canto di vita. Voglio afferrare forte altre mani, per infondere coraggio e condividere con gli altri le emozioni. Voglio poter essere l’esempio a chi ha gli occhi spenti dall’apatia. Voglio incitare tutti a vivere a fondo ogni attimo, solo così si dipinge il presente con il colore di ciò che siamo. Questo è l’esempio che darò, nonostante tutto.

Non smetterò di fare quello che ho sempre fatto e in cui credo profondamente: continuerò a correre. L’atletica la amo, fa parte di me, di quello che sono, di come sono. Ho imparato a non arrendermi mai, ad impegnarmi per un ideale, sia in pista che fuori, a realizzare i miei sogni, sacrificandomi, per raggiungerli sempre. E adesso che sono intento a non sprecare più neanche un attimo della mia esistenza, le do ancora più valore, la rendo ancor più preziosa, perché continuo ostinatamente a sognare, a lottare, a credere, ad amare, non più pensando al futuro ma vivendo nell’oggi.

La mia salita va avanti, è più dura di quanto credessi; anche gli allenamenti si fanno sempre più faticosi, però continuo, ancora. Il mio obiettivo è partecipare all’ultima edizione del Golden Gala. E quando raggiungerò quel traguardo con le braccia verso il cielo, non importerà se sarò arrivato primo, perché avrò vinto la scommessa più importante della mia vita. Allora piangerò di gioia perché saprò che di me non sarà, né resterà soltanto cenere. Il mio esempio sarà d’appiglio ad altre persone che si stanno lasciando andare.

Così, quando sentirò l’alito della morte dietro di me le sorriderò sereno; quando mi accorgerò di non riuscire più a scaldare altre mani le adagerò piano sul mio petto. Quando la vista si appannerà e vedrò solo i ricordi, non avrò paura di lasciarli volare via. Quando ascolterò il battito del mio cuore rallentare, libererò con un canto ogni sogno sperando che trovi casa in un’altra anima. Quando la morte mi prenderà il respiro la ringrazierò per avermi dato il tempo di essere felice. E non m’importerà quanto avrò vissuto, ma l’aver vissuto. Perché la vita è, semplicemente, una serie di attimi intensi, vissuti fino in fondo.

per leggerlo su mEEtale, per leggere i commenti dei lettori o evetualmente lasciarne uno vostro andate su

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...