OL2014 – I giudizi sui miei scritti

Decathlon

1^ GIORNATA – GIRONE D – GENERE: CHIK-LIT – TEMA: BIGODINI E BURRACO

Leggi il mio racconto  “Bigodini e Burraco”

Punti totali: 8 – Posizione in classifica: 1^

pin chicklit 1 pin chicklit 2

2^ GIORNATA – GIRONE D – GENERE: FANTASCIENZA – TEMA: TERRAFORMAZIONE

Leggi il mio racconto “La speranza di mondo antico porta il nome di Gaia”

  Punti: 8 + 8 (precedenti) = 16 punti totali – Posizione in classifica: 1^

pin fantascienzaPIN VOTO4

 

 

 

 

 

 

 


 3^ GIORNATA – GIRONE D – GENERE: BIOGRAFIA – TEMA: “MARIO ROSSI E’ UNA PERSONA ASSOLUTAMENTE NORMALE”

Leggi il mio racconto “La vera storia di Mario Rossi”

Punti: 8 + 16 (precedenti) = 24 punti totali – Posizione in classifica: 1^

pin biografia 1 pin biografia 2

 

 

 

 

 

 


  4^ GIORNATA – GIRONE D – GENERE: MONOLOGO – TEMA: “LA GELOSIA”

Leggi il mio racconto “Gelosia Canaglia!”

Punti: 6 + 24 (precedenti) = 30 punti totali  – Posizione in classifica: 1^

PIN AZAZEL PIN GINEVRA

 


  IV DI FINALE – GENERE: NOIR – TEMA: “ARTE CONTEMPORANEA”

Leggi il mio racconto “Un caso d’arte per il Commissario Diamanti”

SFIDA CHARLOTTERIDLEY VS. SERENA LAVEZZI risultato: 3-1

I giudizi dei giudici rispetto al mio lavoro sono i seguenti:

ROX (punto a CharlotteRidley): “Un caso d’arte per il commissario Diamanti” di CharlotteRidley – “Che ti da la morte quando ti sorprende ancora vivo”. Difficile che la morte arrivi quando sei già defunto 😉
Avrei preferito che il racconto del passato del commissario avvenisse più avanti, meglio ancora se diluito nella narrazione e senza bloccare il racconto. Raccontare tutto e subito è controproducente, qualche accenno qua e là mentre la storia prosegue non spezza la narrazione e stuzzica la curiosità del lettore. Inoltre, non capisco la necessità di inserire un paragrafo biografico. Perché dare certe informazioni se non hanno alcuna utilità nella storia? Il commissario ha un passato tormentato, influisce in qualche modo nel racconto? L’assassino è legato a quel trascorso? Il modo con cui Diamanti approccia alle indagini dipende da quello che ha vissuto? Non mi è sembrato.
Al di là di questo, trovo che il racconto sia molto bello. Il testo è un po’ troppo raccontato e non è uno stile che prediligo. In alcune parti sembra quasi una cronaca o un verbale, non so se è voluto. I personaggi sono tratteggiati con cura, forse un po’ stereotipati, e a tratti mancano di profondità. Credo che tu abbia messo troppa carne al fuoco. Obiettivamente è difficile scrivere un noir con così pochi caratteri a disposizione. Se fossi in te, terminato il decathlon, lo riprenderei. Potrebbe diventare un gran bel racconto, la storia può essere interessante e merita di sicuro più spazio.
Non credo che rientri nel genere noir, mi sa più di thriller o poliziesco.

 

GIANLUCA INGARAMO (punto a Charlotte Ridley): Entrambi i racconti, caratterizzati da storia e da riflessioni ben consone al genere, mi hanno colpito per la descrizione dei personaggi e per l’attenzione ai particolari. Piccola nota in proposito: il Gauguin di SerenaLavezzi può rientrare nella definizione di “arte contemporanea” e il soggetto del quadro è coerente con l’opera dell’artista. Per una migliore caratterizzazione del protagonista e per un finale più articolato prevale il racconto di CharlotteRidely.

 

GINEVRAWILDE (punto a CharlotteRidley): per me entrambi i racconti sono sullo stesso livello, ho optato per Loriana però perché la trama è più articolata.

 


SEMIFINALE – GENERE: SATIRA – TEMA: “BARBIE”

Leggi il mio racconto “Un mondo perfetto”

SFIDA CHARLOTTERIDLEY VS. JAY BAREN  risultato: 1-3

I giudizi dei giudici rispetto al mio lavoro sono i seguenti:

ROX  (punto a Jay Baren): “Un mondo perfetto” – CharlotteRidley: Un gran bel racconto. Realizzare un brano usando la seconda persona non è sempre facile e questo è sicuramente un ottimo tentativo. Il modo con cui è stato affrontato il tema non è dei più originali, anche se capisco che parlando di Barbie non ci sia una grande varietà di argomenti. Il racconto è indubbiamente ben scritto, con un senso di amarezza che pervade l’intero brano. La satira non sempre è pungente e in alcuni casi sembra stentare un po’, ma sicuramente è un’ottima prova.

 

GINEVRAWILDE (punto a CharlotteRidley): Entrambi bravissimi, ma la Satira di Loriana è con la S maiuscola: mette in mezzo anche la politica, sa benissimo cosa noi donne proviamo per le Barbie (eh, Jay, se cresci con ‘sti stereotipi da donna…) e soprattutto fa ridere.
Il racconto di Jay è un po’ ripetitivo, ripete gli stessi concetti, e scorre più lentamente di quello di Loriana. Però il finale mi ha fatto sbellicare.
In ogni caso complimenti a entrambi e in bocca al lupo per le prossime sfide.

 

GIANLUCA INGARAMO (punto a Jay Baren): Entrambi i racconti centrati sul genere e sul tema, una critica al concetto di bellezza e di perfezione vuoto e irraggiungibile, in cui l’umorismo non è fine a sé stesso ma induce a una riflessione sulla società. Nello scritto di Charlotte, al modello Barbie con relativi cloni nella vita quotidiana, si contrappone il modello Susanna Tuttapanna ben più reale e avvicinabile. Degno di nota l’aver definito in modo assai chiaro il senso deleterio di frustrazione che può derivare dal crescere con un irreale esempio di perfezione. Nel racconto di Jay, la protagonista ha sviluppato un vero e proprio complesso nei confronti della bambola, quello di una donna che vede nella sua rivale un nemico da distruggere. Proprio quella dello psicologo è una trovata che, molto ben gestita, riesce a fare una piccola differenza e gli vale la mia preferenza.

 

AZAZEL (punto a Jay)

 


FINALINA 3°-47° POSTO – GENERE: URBAN FANTASY – TEMA: “CRISALIDE”

Leggi il mio racconto “Crisalide”

SFIDA CHARLOTTERIDLEY VS. NEFELS risultato: 1-3

I giudizi dei giudici rispetto al mio lavoro sono i seguenti:

GINEVRAWILDE (punto a Nefels)
l punto va a Marta perché è stata in grado di tenermi sulle spine fino alla fine, anzi alla fine ha sovvertito tutto e ho apprezzato molto questa chiusura inaspettata. Anche quello di Loriana è molto bello ma perde pathos nel punto centrale, quando la donna si dilunga troppo sulle -essenziali- spiegazioni. Personalmente le avrei abbreviate un po’ e dato più spazio all’azione, dato il genere. Tra l’altro quello di Loriana sarebbe bello vederlo più approfondito, in così poco spazio sembrava un po’ costretto, al contrario di quello di Marta che mi sembra più completo.
In ogni caso brave entrambe le mie maglozze :*

 

GIANLUCA INGARAMO (punto a CharlotteRidley)
Due scritti assai centrati sul tema, utilizzato con significati diversi. Nel racconto di Charlotte, la crisalide assume un’accezione simbolica di metamorfosi nella consapevolezza e di passaggio tra due regni. Nel racconto di Nefels, la crisalide è intesa in senso più letterale di bozzolo e si respira un’atmosfera ai confini con l’horror. A mio giudizio, stilisticamente i due scritti si equivalgono; accordo la preferenza a Charlotte perché ho apprezzato la ricerca svolta e valuto in modo molto positivo una lettura che invoglia ad approfondire un contenuto.

 

AZAZEL (punto a Nefels)

 

ROX (punto a Nefels)
1. Casa – Nefels
Un ottimo racconto. L’interpretazione del tema è davvero buona, l’ambientazione è convincente, i personaggi ben delineati. Ho apprezzato molto la scelta del punto di vista, davvero azzeccata. Le congetture, l’ansia e le preoccupazioni del protagonista sono efficaci e il ribaltamento finale è a dir poco spettacolare. Un lavoro di grande spessore, bravissima davvero!

2. Crisalide – CharlotteRidley
Il racconto è scritto indubbiamente molto bene. Ho apprezzato molto la descrizione della metamorfosi. Le sensazioni, il senso di turbamento e confusione della protagonista sono resi in maniera convincente. Anche la figura della crisalide come custode di mondi mi è piaciuta. La trama tuttavia pecca un po’ di originalità.


 

CONTEST DI POESIA

SONETTO/VERSO LIBERO – TEMA: “LUNA E STELLA”

Leggi le mie due poesie in gara

Luna misteriosa mormora a noi – Sono stata colpita, leggendo questo sonetto (con rima ABBA ABBA CDE CDE), dal senso di comunione tra chi parla, la natura e la luna. Il verso “il sussurrar del vento di esili pensieri” lo trovo bellissimo, di una poeticità quasi struggente. Un sonetto sussurrato a fil di voce.

 

Porta la luce di stelle con te – Poesia nella quale è preponderante il senso della speranza, della voglia di vivere, di superare le difficoltà e gli inevitabili momenti tristi della vita quotidiana. Bella anche questa.

Annunci

One thought on “OL2014 – I giudizi sui miei scritti

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...